OZ ancora sul tetto del mondo al GP di Ungheria

OZ ancora sul tetto del mondo al GP di Ungheria

E’ la quarta vittoria e la seconda doppietta dell’anno per Scuderia Ferrari, le numero 228 e 83 rispettivamente nella storia della squadra. Per Sebastian Vettel il settimo successo in rosso e il 46esimo in carriera, per tutti quelli che lavorano a Maranello il coronamento di uno sforzo immane, in una gara tutt’altro che facile nonostante la prima fila al via.

Valtteri Bottas ma mantenuto la posizione alle spalle di Raikkonen fino a che il team ha deciso di dare a Lewis Hamilton - più veloce in quella fase della gara - un'occasione per i 20 giri finali. La coppia si è quindi scambiata le posizioni e Lewis ha fatto la sua mossa, ma nonostante si sia avvicinato grazio al DRS, non è riuscito a passare le Ferrari. Per onorare il precedente scambio, Hamilton ha permesso a Bottas di ripassarlo, assicurandosi così P3 e P4.

I piloti di Scuderia Ferrari e di Mercedes AMG Petronas Motorsport gareggiano con ruote OZ prodotte in Italia, che permettono le più alte performance e al contempo garantiscono leggerezza, resistenza e rigidità strutturali da record.